SCORA – Salute riproduttiva

 —————–

LORA – Local Officer on Reproductive Health including HIV/AIDS: Shira Pizzutoli – lora@sism.bari.org

L’area della Salute Riproduttiva affronta tematiche attuali come l’informazione e la prevenzione delle malattie sessualmente trasmesse, HIV e AIDS. Inoltre, considerando un concetto più ampio di salute della sessualità, quest’area promuove la lotta contro le discriminazioni nei confronti degli omosessuali e delle donne, per la difesa dei loro diritti in ambito sociale, nella famiglia e nel lavoro.

Oltre alla sensibilizzazione della popolazione su queste tematiche, un ruolo importante è rivestito dalla promozione dell’educazione sessuale nelle scuole attraverso la creazione di spazi formativi con l’applicazione di strategie comunicative quali la Peer Education e l’Educazione Non Formale.

—————–

EVENTI E PROGETTI DI AREA SCORA

Ecco l’elenco dei progetti di area SCORA previsti per l’anno associativo 2014/2015

Per qualsiasi informazione in merito ai seguenti progetti non esitate a contattare il Local Officer all’indirizzo specificato sopra.
Inoltre, puoi iscriverti alla Newsletter del SISM Bari: ti terremo sempre aggiornato sulle attività e gli eventi che organizziamo.

——————

17 maggio: IDAHO – International Day Against Homophobia and Transphobia (work in progress)

Lo scopo principale di questa giornata è quello di sensibilizzare la popolazione circa l’omofobia e la transfobia.
Il 17 maggio 2014 anche il SISM Bari ha celebrato l’IDAHO con il gioco “trova l’omosessuale”. Quasi tutti i componenti della Sede Locale, divisi in due gruppi (di 7 e 8 persone) in ciascuno dei quali erano presenti un gay ed una lesbica, sono andati in giro per le strade del centro (iniziando da Via Sparano-angolo Via Piccinni), a partire dalle ore 15.00. Scopo del gioco era chiedere aimalcapitati passanti di riconoscere gli omosessuali (senza fornire loro alcuna informazione circa il numero o il genere degli stessi) presenti nel gruppo per registrare il numero di risposte (giuste e sbagliate) e valutare quali siano i più diffusi luoghi comuni su ciò che differenzia un omosessuale dal resto della popolazione rendendolo dunque “riconoscibile”. GUARDA LA PHOTOGALLERY
Anche quest’anno il SISM Bari si adopererà per sensibilizzare la popolazione sul tema: stay tuned!

——————–

1 dicembre: WAD – World Aids Day (già svolto)

Il World AIDS Day (WAD) è forse una delle giornate tematiche più radicate all’interno dell’area SCORA e del SISM ed è quella che meglio rappresenta la nostra volontà di essere parte attiva nella prevenzione dell’infezione da HIV (e delle altre Infezioni Sessualmente Trasmissibili), in tutti i modi possibili, compatibilmente con le proprie possibilità. Da 4 anni i nostri sforzi sono sottesi dal motto “Getting to zero”, il triplice appello lanciato da UNAIDS per il quinquennio 2011-2015, affinché si combattesse per zero nuove infezioni, zero discriminazione e zero nuove morti AIDS-correlate.
Per la Sede Locale di Bari, quest’anno l’iniziativa si è svolta in collaborazione con la sede di Bari di LILA, affiancandola in iniziative di sensibilizzazione e collaborando con l’associazione per la distribuzione di materiale informativo. GUARDA LA PHOTOGALLERY
Di anno in anno tutti i progetti realizzati hanno l’importante funzione di mantenere alta l’attenzione della popolazione, soprattutto quella adolescente, verso l’HIV e le sue modalità di trasmissione, pericoli molto spesso sottostimati.

——————-

25 novembre: Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne (già svolto)

L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha designato il 25 novembre come Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne e ha invitato i governi, le organizzazioni internazionali e le ONG a organizzare attività volte a sensibilizzare l’opinione pubblica in quel giorno. In tale occasione, il SISM Bari ha organizzato “Uomini violati”: per sensibilizzare la popolazione barese sul problema della Violenza sulla Donna abbiamo truccato alcuni ragazzi della Sede Locale e, con loro, abbiamo intervistato diversi cittadini. Vedere un uomo malmenato per “violenza di genere” ha provocato stupore nei più. La maggior parte degli intervistati ha dichiarato che non sarebbe stata altrettanto sconvolta dal vedere gli stessi lividi, per le medesime ragioni su una donna. GUARDA LA PHOTOGALLERY

————

389263_414032695281963_365598680125365_1577955_2131351902_n